• Via Crescenzio 2, 00193 Roma
  • 331/2269734
  • assistenzarisarcimentoamianto@gmail.com

Colombo Servizi Srl

Assistenza Risarcimento Amianto

Eternit: l’impiego in Italia

Eternit: l’impiego in Italia

L’Eternit è un materiale composto da fibre di amianto e impasto di malta, utilizzato soprattutto in Italia fino agli anni ’70 nelle costruzioni stradali e nell’edilizia, anni i cui sono venute alla luce i primi risorsi che hanno testimoniato l’elevata pericolosità per gli esseri umani. Le fibre di amianto, infatti, hanno effetti nocivi sulle persone sono causa di tumori e mesoteliomi.

I tipi di amianto più utilizzati nel nostro Paese sono stati: l’amosite, il crisolito e la crocidolite. La distribuzione dell’utilizzo si dividi in: 75% amianto in matrice compatta e 25% di amianto in matrice friabile.

A spingere i costruttori ad utilizzare questo materiale, furono le importanti caratteristiche come l’elevata resistenza al calore e al fuoco o o resistenza all’usura e all’abrasione.

Inoltre, l’Eternit, fu utilizzato in Italia per ottenere tessuti ignifughi, grazie e bende. Fu meno utilizzato, invece, per la produzione di pezzi industriali come corde, guarnizione o nastri.

La produzione di prodotti contenente amianto si espanse dopo la prima guerra mondiale e venne fatto abuso del suo utilizzo, anche quando non era strettamente necessario come giocattoli, filtri per il borotalco o per il vino e tanti altri oggetti di uso comune e quotidiano come phone, forni e molti altri elettrodomestici.

Eternit cosè 1Eternit negli edifici in Italia 

Gli edifici di tutta Italia, costruiti tra il ’65 e l’83, sono stati costruiti quasi tutti con l’utilizzo di Eternit: edifici sia industriali che civili. Fu utilizzato l’Eternit per la costruzione di pareti, soffitti, tetti, impianti elettrici e canne fumarie.

Chiedi la tua consulenza gratuita

Eternit in Italia: matrice friabile e matrice compatta

In base al tipo di composizione, i manufatti in eternit si dividono in:

  • Manufatti di matrice friabile
  • Manufatti di matrice compatta

Manufatti di matrice friabile

Pavimentazioni

L’Eternit a matrice friabile veniva utilizzato per la costruzione di pavimenti in vinilamianto soprattutto negli anni ’70 nelle strutture pubbliche: ospedali, uffici, fabbriche e scuole.

Pannelli divisori e pareti

L’utilizzo di Eternit a matrice friabile venne utilizzato nella produzione di pareti divisorie, strutture metalliche rivestite per ottenere pareti fonoassorbenti o termoisolanti.

Tamponature e pennellature in miscele di amianto con altri leganti organici o inorganici, come il silicato di alluminio o il carbonato di calcio.

Coibentazioni e controsoffitti

Utilizzato anche per la costruzione di controsoffitti e coibentazioni nei sottotetti sono state installati negli edifici a scopo di isolante o antincendio. Sono stati usati pannelli in fibrocemento piano, lane o feltri di amianto.

In alcuni edifici l’amianto era presente negli intonaci, applicati a spruzzo o a cazzuola a scopo termoisolante o antincendio.

Manufatti in matrice compatta

Coperture

I manufatti in matrice compatta in Italia sono stati largamente utilizzati per la costruzione dei tetti, circa il 90%.

Un rischio elevato per la salute delle persone soprattutto se usurato, dato che il rilascio delle fibre di amianto disperse nell’ambiente può essere notevole e provocare seri danni alla salute.

Tubazioni e canne fumarie

Eternit a matrice compatta fu utilizzato per la realizzazione delle canne fumarie , proprio per la notevole resistenza alle alte temperature. Inoltre anche per le tubazioni di scarico per solidi e liquidi, condotte di aerazione e fumi di combustione,

Serbatoi e cassoni in acqua

Fu utilizzato anche per immagazzinare gli scarichi fognari o per conservare le acque bianche e piovane. Anche se non ci sono stati casi di contaminazione per ingestione di acqua potabile ancora oggi esistono cassoni e serbatoi per l’acqua in cemento-eternit. Forte la presenza di Eternit anche nelle tubature per l’acqua.

Eternit cosìè numero